Intestazione

News

Leggi tutte le ultime novità

 
BCC
14/06/2017
Morbi tristique senectus
ercoledì 14 maggio 1947. La seduta dell’Assemblea Costituente inizia alle 9,00 del mattino. All’ordine del giorno l’approvazione dell’art. 42, poi divenuto art. 45, della futura Costituzione della Repubblica italiana. Presiede la seduta il vicepresidente dell’Assemblea costituente, l’on. Tupini. Al termine di una discussione alla quale partecipano, tra gli altri, gli on. Cimenti, Canevari, Dominedò, Einaudi e della votazione di una serie di emendamenti, l’articolo prende la forma che conosciamo: “La Repubblica riconosce la funzione sociale della cooperazione a carattere mutualistico e senza fini di speculazione privata. La legge ne favorisce l’incremento con i mezzi più idonei e ne assicura il carattere e le finalità attraverso gli opportuni controlli”. Le 15 pagine di resoconto della seduta consentono di rivivere almeno un po’ la passione e la competenza dei padri costituenti, valorizzando ancora di più quelle quaranta parole che costit